top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreOleksiy

Wolodymyr Selenskyj ha conferito all'Ospitaliera Irina Tsybukh, soprannominata 'Cheka', l'Ordine al Merito III grado

Nella scorsa settimana, il Presidente Wolodymyr Selenskyj ha conferito all'Ospitaliera Irina Tsybukh, soprannominata 'Cheka', l'Ordine al Merito III grado.

Volodymyr Zelensky awarded the Order "For Merit" III degree to the Hospitaller Irina Tsybukh

Irina e il suo team accompagnano l'unità nell'esecuzione dei compiti bellici in varie frontiere. Dal 24 febbraio, il supporto ai feriti per i nostri Ospitalieri è stata la massima priorità. Non la propria salute. Non il perseguimento di ambizioni o il comfort dell'esistenza.

Ecco cosa ha scritto Irina dopo aver ricevuto il suo riconoscimento: "In qualche momento tornerò dalla guerra e cercherò di nuovo di essere un buon manager, gestendo efficacemente le crisi, imparando a servire, non esitando nei momenti difficili e assumendomi la responsabilità delle decisioni. Ma per ora sono un soccorritore volontario nel battaglione medico volontario degli Ospitalieri, e questa decisione di rimanere nell'ombra dello Stato e della legalità potrebbe essere gravosa. Tuttavia, l'odierna decorazione del Presidente ha messo in luce il servizio volontario, quindi questo contributo riguarda ciò che faccio effettivamente agli Ospitalieri e perché qui è importante la gestione.


Perdonate il cinismo, ma l'atto reale di salvare una vita ferita è il risultato finale di un viaggio molto lungo. A causa della gerarchia diretta e della scala monumentale, all'esercito è difficile accettare nuovi approcci alla gestione delle sfide, ma oggi gli Ospitalieri sono uno strumento per la gestione rapida, efficiente e gratuita delle crisi a causa della mancanza di soccorritori.


Lavoriamo sempre per coloro che hanno davvero bisogno di noi in quel momento specifico.


Un altro principio del nostro equipaggio è essere il più avanzato e professionale nella prima linea di evacuazione. Insieme al signor Serhiy Borsuk, cerchiamo di stabilire il trend per un veicolo di evacuazione caldo e attrezzato dalle trincee all'evacuazione medica. Non siamo un taxi; abbiamo trasformato un pick-up in un'ambulanza completa.


Rischio. Siamo sempre pronti a raggiungere entro 7-10 minuti ovunque sia necessario il nostro aiuto. Possediamo tutte le conoscenze necessarie per proteggerci sia noi stessi che gli altri, consapevoli che le nostre ferite o la nostra morte rimangono inosservate dallo Stato. Prendiamo consapevolmente rischi per la missione che intendiamo completare.


Infine, venendo per un turno mensile, guadagniamo tempo. È tempo di prendere decisioni per l'unità: tempo di addestrare i soccorritori ai compiti medici o di trovare un'intera squadra di evacuazione tra le file. Non mi mobilito perché non voglio riempire un posto nelle file; con il mio lavoro a breve termine per le unità, voglio dare loro l'opportunità di trovare persone e occupare dozzine di tali posizioni.


Oltre a salvare vite, facilitiamo anche l'interazione tra le unità, organizziamo addestramenti, ci occupiamo dell'equipaggiamento delle strutture di assistenza, della logistica, ecc. Multitasking - niente di eroico, ma è il motivo per cui rimango volontario senza stipendio, benefici o sicurezza sociale.


Ecco perché la decorazione del Presidente sembra così inaspettata e surreale. Le possibilità per un volontario di ricevere un tale riconoscimento dal Comandante in Capo sono basse. Sono felice che ciò sia successo e spero che anche Selenskyj abbia trovato conforto, ora che ha la nostra maglietta e il nostro distintivo."

Siamo infinitamente orgogliosi della nostra soccorritrice. E non dovremmo smettere. Per favore, sostenete il duro lavoro dei nostri soccorritori volontari e donate generosamente!

2 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page